Poteva la nuova stagione di “DiRotta su NaDir” iniziare in modo migliore?
Difficile dirlo ora, sull’onda di un entusiasmo che facciamo ancora fatica a digerire.

Certamente avrebbe potuto portare in città un live più sicuro, uno di quelli che le nostre bacheche facebook chiamano a gran voce e che il settore vede come l’unica via.
E invece ancora una volta abbiamo voluto fare qualcosa di diverso, abbiamo seguito l’istinto e scelto l’universo underground.
Quello che ha casa a napoli e che abbiamo imparato a conoscere anche grazie al cuore e all’anima di CONTROCANTI.
E quello che è cresciuto lontano da qui, a Manchester, davanti ad una chitarra ed un registratore, nella camera dei Crywank.

E Napoli ha risposto. Solo e soltanto amore. Eravate quasi trecento sotto il palco dello Scugnizzo Liberato, per respirare l’energia di James e Dan.
Il nostro grazie va a loro, che per quanto lontani da casa, hanno colto e vissuto questa città come fosse la loro.
Grazie a chi ha contribuito a portare in città un concerto così atipico.
E grazie a chi ha scelto anche stavolta la direzione opposta.

Noi ci vediamo il 2 giugno, per un altro appuntamento internazionale direttamente dall’Argentina, con La Yegros a Napoli.
Ancora una volta pronti a giurarvi che questo è solo l’inizio.

#dirottasunadir