Centro Polifunzionale di Soccavo
18 > 22 Luglio / NaDir – Napoli Direzione Opposta Festival IV

TEASER / LINE UP / PROGRAMMA / WORKSHOP DIBATTITI / AUTOPRODUZIONI / ATTIVITÀ / FOOD & DRINK / DOVE SIAMO

COMUNICATO DI APERTURA / ATTIVITÀ QUOTIDIANE / BIGLIETTI ONLINE / EVENTO FACEBOOK



LineUp


Workshop Dibattiti

Social Guerrilla
Evento Facebook
Assemblea brainstorming su social media guerriglia: come resistere e contrattaccare alla shitstorm del razzismo e dell’idiozia in rete.

HACK THE CITY! / MAKE THE CITY!
Pagina Workshop
20 – 21 Luglio
// Beni comuni emergenti nella metropoli
Autogoverno, territori e cooperazione sociale: concetti, narrazioni e tecnologie
// Turistificazione dei centri storici e abbandono delle periferie
Workshop: contenuti, strumenti e metodologie per mappare, raccontare, proporre, organizzare resistenze e alternative alla città neoliberale


Autoproduzioni

Non consideriamo l’area mercato un passatempo, un modo per ingannare l’attesa fra un concerto e l’altro, ma pensiamo che dare spazio ad artigianato, autoproduzioni, musica, libri e fumetti sia parte essenziale di un festival che ha al centro l’arte, la cultura, l’aggregazione e la socialità a 360 gradi.
Compila il form


NaDir OpenSeas

Pagina dedicata alle attività quotidiane
I primi due giorni del festival, martedì 18 e mercoledì 19 luglio, saranno a ingresso gratuito e dedicati ad incontri, dibattiti, workshop e soprattutto attività dedicate all’infanzia e ai più piccoli. Teniamo particolarmente a questo aspetto, senza il quale il NaDir \ Napoli Direzione Opposta Festival sarebbe solo una serie di concerti in un luogo inusuale e non un progetto che nasce da percorsi politici e sociali.

Verranno a trovarci al Polifunzionale di Soccavo e insieme alle organizzazioni attive sul territorio del Rione Traiano e di Soccavo, dal CAP 80126 – Centro Autogestito Piperno allo SKabb passando per l’ Associazione Davide Bifolco – Il dolore non ci ferma- ONLUS, terranno due giorni di iniziative, gioco e costruzione di una diversa socialità, dal centro storico la rete nata durante i carnevali Sociali 2018 denominata Strummolo.

Direzione Opposta significa anche questo, fare produzioni musicali senza dimenticare che l’arte e la cultura sono immerse nel mondo, nella città che viviamo e che in direzione opposta si naviga insieme.


DOVE SIAMO


Dalla Tangenziale:
• Prendi l’uscita 10 verso Fuorigrotta/Napoli Centro
• Mantieni la destra al bivio, segui le indicazioni per Soccavo/Pianura ed entra in Cupa Nuova Cintia
• Alla rotonda prendi la 1ª uscita e prendi Viale Traiano
• Alla rotonda prendi la 2ª uscita e prendi Via Adriano
• La tua destinazione è sulla destra

Link Google Maps


PROGRAMMA

Anche quest’anno torna il NaDir, il festival indipendente, completamente autofinanziato, che nasce dal bisogno di trovare un modo innovativo e cooperativo di fare produzione culturale in maniera professionale, ma senza sacrificare il valore umano, tecnico e artistico delle persone coinvolte nell’organizzazione.
È il festival degli attivisti della rete NDO, in collaborazione con tante realtà sociali attive sul territorio di Napoli e di Soccavo, il culmine di un anno di attività politica sul territorio e di un anno di produzione culturale a cura del Nadir Collective all’interno dello Scugnizzo Liberato.
Per la prima volta, due giorni di attività per il quartiere precederanno i consueti tre giorni di concerti che vedono sullo stesso palco il meglio della scena italiana al fianco di quella napoletana e degli artisti emergenti del nostro territorio. Una manifestazione che mira, quest’anno più che mai, ad unire il mondo musicale a dibattiti, panel, presentazioni, assemblee, performance, mostre, autoproduzioni e la cultura a 360°.
Il tutto nella cornice di Soccavo, un quartiere periferico dimenticato da istituzioni e circuiti culturali tradizionali, nell’area dell’enorme struttura del Polifunzionale, per anni costoso monumento all’incuria e all’abbandono. Ora l’edificio è animato da un’esperienza di gestione orizzontale e co-decisione da parte dei soggetti che la vivono, dopo una lunga lotta nel cui percorso si è inserito e si inserisce anche il NaDir/Napoli Direzione Opposta Festival, aiutando a puntare i riflettori su sprechi e incuria e intervenendo direttamente con una manifestazione che vuole farsi portatrice di socialità, aggregazione, elaborazione politica, cultura a a tutto tondo a partire proprio dalla musica, e vuole farlo agendo dal basso, in maniera autofinanziata e rigorosamente indipendente.
NaDir, per la sua policy votata all’indipendenza e all’autonomia, è inoltre parte della rete dei festival del MEI (Meeting delle Etichette Indipendenti).
Il Comune di Napoli, con l’impegno dell’Assessorato alle Politiche Giovanili, ha concesso l’utilizzo del suolo pubblico su cui verrà realizzato il festival e la riduzione del canone al 15% prevista dall’art. 30 “Riduzioni” del regolamento COSAP (approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 54 del 26/9/2014) in caso di “particolare rilevanza dell’evento per l’interesse pubblico”.
Alla fine dell’evento sarà pubblico sul nostro sito il bilancio economico consuntivo che sarà fornito anche alla Giunta.